L’insorgenza di macchie cutanee può essere determinata da vari fattori tra cui l’avanzamento dell’età. Con il trascorrere degli anni infatti la pigmentazione della pelle diventa sempre più irregolare, dando adito a macchie che si localizzano in particolar modo sul dorso delle mani e sul viso. Il fattore invecchiamento non è il solo che determina l’insorgere delle macchie che possono essere determinate anche da modificazioni ormonali, come quelle dovute all’impiego di contraccettivi orali, da terapia ormonale sostitutiva in menopausa e dalla gravidanza (melasma gravidico). Altri casi di discromia cutanea possono essere dovuti ad esposizioni solari intense e saltuarie durante l’anno.

Le macchie senili, che si possono localizzare a diverse profondità dello strato cutaneo (epidermico, dermo-epidermico, dermico), possono essere eliminate in una o due sedute di Luce Pulsata (IPL). Nel corso della prima visita specialistica, vengono analizzate le macchie cutanee e individuate quelle che possono essere trattate con la luce pulsata, differenziandole da eventuali nei o altre formazioni a cui è invece sufficiente un semplice controllo clinico nel tempo.
La seduta di luce pulsata ha inizio Il trattamento su ogni macchia ha una dura di poche frazioni di secondo in cui il paziente avvertirà una forte sensazione di calore. Al termine della seduta di Luce Pulsata le macchie cominceranno a scurirsi, tale variazione aumenterà nei giorni seguenti, ma non si verificheranno né lesioni cutanee, né croste.

Pertanto nei giorni immediatamente dopo il trattamento sarà possibile riprendere qualsiasi tipo di attività, con il solo accorgimento di applicare sulla zona trattata della crema idratante. Le macchie trattate con luce pulsata scompariranno definitivamente dopo circa 10/15 giorni, in seguito a un’escoriazione della pelle. Nei casi in cui è necessario ripetere il trattamento per ottenere un risultato completo, devono però trascorrere almeno 30 giorni. Grazie alla tecnologia della Luce Pulsata possono essere trattate anche macchie vascolari come teleangectasie o couperose, macchie vascolari che si presentano come una ramificazione violacea o rosso vinosa solitamente in corrispondenza delle guance o sulle pareti nasali.

Il trattamento di tali macchie avviene nelle stesse modalità di quello sopra descritto, con la sola differenza che al termine della seduta le macchie non subiranno uno scorrimento ma un arrossamento che scomparirà completamente nell’arco dei successivi 15 giorni. Nel corso dei giorni immediatamente successivi, come nei casi precedenti, è buona norma idratare con creme lenitive l’area trattata e proteggerla dai raggi del sole con creme a protezione molto alta.