L’uso del laser in chirurgia ha aperto nuove possibilità d’intervento e, pur essendo relativamente recente, trova numerose occasioni di applicazione. Parlando di laser in realtà sarebbe più corretto far riferimento a diverse tipologie di laser chirurgici, ognuna delle quali è più adatta a specifici trattamenti. Il più diffuso e utilizzato è senza dubbio il Laser CO2 che può essere utilizzato in diverse modalità (a regime continuo, a singolo impulso o a impulsi ripetuti) e agisce come un bisturi ma con il vantaggio che, oltre al taglio, viene effettuata direttamente anche la coagulazione.

In generale si può dire che il Laser CO2 viene molto utilizzato principalmente in dermatologia, in particolare per trattare lesioni e situazioni di iperpigmentazione. Il trattamento con il laser viene effettuato in ambulatorio con un’anestesia di contatto (solitamente tramite una crema anestetica applicata poco prima del trattamento stesso) e ha il vantaggio di garantire un decorso post-operatorio molto leggero, tanto che è sufficiente lavare bene la parte del corpo trattata, disinfettarla e applicare sulla pelle pomate antibiotiche.
I postumi del trattamento con il laser chirurgico si limitano a un arrossamento della zona e a un lieve gonfiore, in una seconda fase la cute risulterà invece più chiara per assumere poi il suo colore originale dopo alcuni giorni. In tutta questa fase è importante che il paziente non si esponga al sole o non utilizzi prodotti fotosensibilizzanti.

Infine la luce pulsata, una soluzione sempre più utilizzata che prevede diversi ambiti di applicazione. La luce pulsata non è propriamente un laser anche se ha proprietà simili. Nei trattamenti effettuati con questa tecnologia il paziente non avverte dolore e la versatilità della luce pulsata consente di intervenire su una gamma molto ampia di inestetismi, dalle teleangectasie del volto alle ipercromie, dal melasma alle rughe. Recentemene, grazie a un’ulteriore evoluzione della tecnologia, la luce pulsata viene utilizzata anche nella terapia di cura dell’acne e per l’epilazione definitiva. In ognuno di questi casi il grande vantaggio offerto da questa soluzione riguarda proprio la quasi completa assenza di effetti collaterali o postumi.