Gli organi genitali femminili nel corso del tempo subiscono delle alterazioni e dei cambiamenti morfostrutturali. Le modificazioni avvengono in modo molto lento ma divengono più evidenti nel periodo peri-menopausale, intorno ai 46-50 annia causa di una drastica riduzione degli ormoni estrogeniun fenomeno che causa una riduzione del volume, specialmente delle grandi labbra, e un peggioramento dell’elasticità e dell’idratazione della mucosa e delle piccole labbra.

Un ulteriore effetto si nota nel colore dei tessuti che risulterà più spento, meno roseo. Il processo di ringiovanimento consente di ripristinare l’idratazione e l’elasticità dei tessuti, grazie all’iniezione nelle grandi labbra di un filler a base di acido ialuronico, un processo che permette anche di riacquisire il volume perso. Infiltrazioni di sostanze ad azione biostimolante invece permettono di contrastare il processo d’invecchiamento: viene utilizzato solitamente acido ialuronico naturale con il supporto di applicazioni di gel ad azione trofica.

Le infiltrazioni avvengono in anestesia locale, grazie a un piccola cannula che non lascia alcun segno sui tessuti. Non ci sono effetti collaterali per il trattamento, la paziente può immediatamente riprendere la propria attività e sulle zone trattate potranno notarsi solo dei lievi arrossamenti nei giorni successivi alle iniezioni.

Il costo del ringiovanimento dei genitali femminili può variare in funzione dei singoli casi; da considerare che spesso il trattamento consente di superare anche fastidi e dolori localizzati. Il trattamento è consigliato in donne con età compresa tra i 45 e i 55 anni.